Come scegliere una motosaldatrice


    Le motosaldatrici sono generalmente utilizzate quando non è possibile utilizzare l'alimentazione elettrica nella saldatura ad arco. Solitamente utilizzate per applicazioni all'esterno. Sono, comunque, utilizzate anche per applicazioni in interno quando è problematico alimentarsi attraverso"la rete elettrica". 

    Le applicazioni in interno includono tutto, dai piccoli lavori di riparazione agli impianti. Quando si opera all'interno, far scaricare il tubo di scarico all'esterno se possibile o utlizzare grandi spazi con una buona ventilazione.

    Quando si sceglie una motosaldatrice i fattori da considerare sono:

    • Applicazione
    • Motore
    • Trasportabilità
    • Potenza
Le motosaldatrici Lincoln comprendono tutti i modelli Ranger® e Vantage®.
Le motosaldatrici Lincoln comprendono i modelli Ranger® e Vantage®. Altri equipaggiamenti Lincoln possono essere attrezzate per consentire questa funzionalità. Pipeliner® 200D, Classic® e SAE-500™.

Per la saldatura TIG Ac, la gamma Ranger™  ha uscita AC alla quale collegare modulo TIG opzionale.
Per la saldatura TIG AC la saldatrice Lincoln Ranger®250GXT ha un'uscita in AC al quale può essere collegato modulo TIG (opzionale). Sebbene il Ranger® 305 G e D ed i Vantage® non hanno uscita AC, il Precision TIG® 225 o l' Invertec® V205-T AC/DC possono essere utilizzati nella saldatura TIG AC.

Applicazione

La prima cosa da considerare nella scelta di una motosaldatrice è l'applicazione. Fatevi le seguenti domande :

  • Si tratta di un lavoro completamente nuovo o è una riparazione ? Qual'è la portata del progetto ?
  • Vi è un particolare procedimento di saldatura da utilizzare ? Hai un procedimento che preferisci utilizzare o vi è un procedimento richiesto dal lavoro ?
  • Si tratta di pipeline ? La macchina scelta deve produrre un particolare arco adatto per questo tipo di lavoro ?
  • E' necessaria la scriccatura ? La scriccatura viene utilizzata nei lavori di riparazione di tipo industriale.
  • Che tipo di materiale per saldare occorre ? Nella maggior parte dei casi il materiale da utilizzare è un comune acciaio al C-Mn Se si tratta di alluminio è richiesto un altro tipo di equipaggiamento.

     In base alle risposte scegli il procedimento tra quelli di seguito descritti :

Descrizione dei Procedimenti

Saldatura ad elettrodo
La saldatura ad elettrodo in CC (corrente costante) è la più utilizzata nei lavori in cantiere. I più utilizzati sono gli elettrodi (o bacchette) di diametro 2.4 mm (3/32) ", 3.2 mm (1/8)" e 4 mm (5/32)". La macchina più semplice può essere utilizzata in una ampia gamma di applicazioni nell'edilizia e nelle riparazioni. La corrente di uscita è misurata in Ampere, e fino a 200 A è sufficiente per i diametri sopramenzionati. La maggior parte degli equipaggiamenti è in DC (corrente continua) per una maggiore stabilità dell'arco. A 200 A solitamente il saldatore ha il lavoro fatto.

Saldatura di tubi
E' spesso realizzata con gli elettrodi rivestiti. Per questo tipo di procedimento sono necessarie determinate caratteristiche d'arco. I diametri solitamente utilizzati sono 4 mm (5/32)" e 4.8 mm (3/16)", e 200 A sono sufficienti.

Scriccatura
E' il procedimento per l'asportazione del materiale. E' solitamente realizzato con l'elettrodo. In questo procedimento si genera un arco elettrico per fondere il materiale. Si usano altre tecniche come elettrodi speciali o un getto di aria compressa per soffiare via il materiale fuso. La scriccatura è utilizzata per rimuovere le saldature non idonee e per riparare le cricche. La maggior parte degli operatori utilizza equipaggiamenti da 400 fino a 600 A per ottenere una maggiore produttività con le bacchette diametri 5/16"(8 mm) o 3/8"(9.6 mm). Comunque, bacchette di diametro inferiore possono essere utilizzate ad amperaggi più bassi. Ad esempio, una bacchetta da 5/32"(4 mm) può essere utilizzata a 150 A. Solitamente viene utilizzato un compressore d'aria esterno. Poche motosaldatrici sono costruite con compressore d'aria incorporato.

Saldatura a filo
La saldatura a filo in CV (tensione costante) necessita l'utilizzo di un trainafilo. Il grande vantaggio della saldatura a filo è l'eccellente produttività : maggiore metallo depositato nello stesso periodo di tempo rispetto alla saldatura ad elettrodo. (tasso di deposito più elevato rispetto alla saldatura ad elettrodo) Sebbene la saldatura a filo sia meno comune rispetto ai processi sopramenzionati, questo tipo di applicazione è in crescita. La motosaldatrice deve essere in grado di saldare in CV. Dato che le motosaldatrici vengono maggiormente utilizzate per applicazioni all'esterno, il filo animato (che non necessita di protezione gassosa) è fortemente consigliato. Durante la saldatura in condizioni di vento, il gas di protezione utilizzato nei procedimenti sotto protezione gassosa (filo pieno o filo animato sotto protezione gassosa) può essere spazzato via, con conseguente saldature di scarsa qualità. La corrente di uscita è misuraa in Volts ed Ampere. I diametri di filo maggiormente utiizzati sono .035" e .045", sebbene anche il 5/64" (2 mm) sia spesso utilizzato per ottenere una maggiore produttività. Una saldatrice a 30 Volts e e 300 A è di solito sufficiente per molte applicazioni con filo fino a 5/64"(2 mm).

La saldatura TIG
Un procedimento più lento ma maggiormente precisco, adatto per gli spessori sottili e le leghe speciali. Sono necessari una torcia TIG e gas di protezione. Se si salda l'alluminio, sono necessarie un'uscita AC sulla motosaldatrice e l'alta frequenza per innescare e sostenere l'arco. Oppure, una saldatrice TIG AC può essere alimentata dal generatore AC della motosaldatrice, se sono disponibili almeo 8000 watts. La maggior parte delle saldature TIG viene realizzato al di sotto dei 100 A.

Taglio Plasma
E' un procedimento utilizzato per tagliare i metalli utilizzando l'arco elettrico e l'aria compressa. Le motosaldatrici in AC alimentano spesso dei sistemi di taglio plasma. Sono consigliati almeno 8.000 watts di potenza.

Vantage 500 e SAE 400 - scriccatura fino a 8 mm
Scriccatura con elettrodo fino a 8 mm
(Vantage® 400) e 10 mm (Vantage® 500 e SAE-500™). Il Vantage® 500 ha il compressore incorporato.

Motogeneratori Lincoln per saldatura tubi (nella foto Pipeliner® 200 D).
La gamma di motosaldatrici Lincoln per la saldatura di tubi comprende : Ranger® 305 G and D, Pipeliner® 200D (nella foto), e tutti i modelli Classic® e Vantage®,
SAE-300® e SAE-500™.

Motore
Dopo aver definito applicazione e procedimento di saldatura, il passo successivo è la scelta del motore. E' possibile scegliere tra Diesel, benzina o gasolio (GPL). Un motore diesel ha un costo carburante inferiore alla benzina, il diesel non si accende facilmente come il motore a benzina, Raffinerie richiedono quasi sempre le macchine a gasolio piuttosto che le macchine a benzina. Un'altro fattore da prendere in considerazione per lavori di grandi dimensioni è se il carburante viene fornito in cantiere. In questo caso, la scelta ricade solitamente sul diesel, ma qualunque sia il carburante, è di solito il risparmio a determinare la scelta del motore.

I motori a benzina sono talvolta preferiti in climi freddi per la partenza più rapida senza la necessità di utilizzare mezzi ausiliari di avviamento extra, come kit di avvio e carburanti per temperature più rigide.

Il GPL è il carburante meno utilizzato, ma diventa un'importante possibilità alternativa nelle applicazioni in interno quando non è consentita l'emissione dei gas di scarico.

Un paraspruzzi è inoltre necessario nelle aree forestali e petrolifere.

Trasportabilità
A volte la trasportabilità diventa un fattore fondamentale nella scelta della macchina. Se la motosaldatrice deve essere trasportata o sollevata, avere una piccola saldatrice ad elettrodo con motore a benzina è la migliore soluzione.

Generatore AC
Un generatore AC è talvolta necessario per le operazioni di molatura o per avere illuminazione in caso di lavori notturni. Normalmente, un generatore da 3000 watt di potenza è più che sufficiente per queste applicazioni. Ground Fault Circuit Interrupters (GFCIs) sono consigliati e possono essere richiesti. Una saldatrice TIG AC o un taglio plasma richiedono maggiore potenza - tipicamente 8.000 watt minimo.

Ulteriore supporto
Potete trovare ulteriori informazioni sulla documentazione emessa dai produttori di macchine. Distributori ed organizzazione commerciale sono inoltre un ottima fonte alla quale richiedere informazioni tecniche su prodotti ed applicazioni.