Istruzioni per lo stoccaggio e la movimentazione del flusso per arco sommerso


ISTRUZIONI PER LO STOCCAGGIO E MOVIMENTAZIONE
DEI FLUSSI PER SALDATURA ARCO SOMMERSO


1. Prodotti

Nome commerciale: 761, 780, 781, 782, 802, 839, 842-H, 860, 880, 882, 888, 960, 980, 995N, 998N, 8500, P223, P230, P240, P2000, P2007, P2000S, SPX-80X, WTX, 708GB.
Confezionamento: sacchi in plastica, bulk bag (sacchi in polipropilene), fusti con chiusura ermetica e Sahara ReadyBagTM.

2. Stoccaggio
Si raccomandano le seguenti condizioni di stoccaggio::
Il flusso per saldatura, in  sacchi in plastica, va stoccato nelle seguenti condizioni:
- temperatura 17-27°C, umidità relativa: ≤60%
- temperatura 27-37°C, umidità relativa: ≤50%
Il flusso confezionato in fusti non necessità particolari condizioni di stoccaggio, nel caso di fusti metallici evitare ruggine e danneggiamenti.


Sacchi flusso

3. Movimentazione
Le caratteristiche originali del prodotto sono garantite qualora vengano rispettate le seguenti condizioni::

Condizioni di stoccaggio
Confezionamentoda ​0 a 6 mesi, temperatura ≤37°C o umidità relativa <50%​>oltre i 6 mesi o con temperatura >37°C o umidità relativa 50-90%*
Sacchi in plasticaRicondizionamento non necessario **ricondizionare 1-2 ore a 300-375°C
​Sahara Ready BagRicondizionamento non necessario​Ricondizionamento non necessariio
Fusti ermetici​Ricondizionamento non necessario​Ricondizionamento non necessario​​


* uno stoccaggio ad umidità relativa superiore al 90%  può deteriorare il flusso, in questo caso il riessicamento può risultare inefficace.
** in caso di applicazioni particolarmente severe (materiali con elevata tendenza a temprare, materiali con elevata durezza (HV10>350) o alto resistenziali. si raccomanda ricondizionamento per 1-2 ore a 300-375°C

Il riessicamento viene effettuato direttamente sul prodotto (senza imballaggio) in forno ad una temperatura uniforme. Si consiglia di utilizzare un forno con ricircolo d’aria portando l’intero volume alla stessa temperatura. Si consiglia di effettuare il condizionamento in contenitori poco profondi (altezza massima del flusso 3 cm), evitare che gli strati di flusso in prossimità di eventuali resistenze superino la temperatura di  375° C.
Le operazioni di riessicamento possono essere ripetute al massimo 4 volte.
Il flusso riessicato ed il flusso già utilizzato, devono essere mantenuti asciutti, preferibilmente ad una temperatura tra i 50 ed i 120°C superiore alla temperatura ambiente, per un tempo illimitato.  

4. Prodotti deteriorati
I flussi che abbiano subito una seria contaminazione da acqua ed umidità oppure siano stati esposti agli agenti atmosferici per un lungo periodo, non possono essere ricondizionati e vanno scartati.

5. Riciclo
Il flusso che non ha partecipato alla fusione può essere riutilizzato una volta separato da residui di scoria, metallo o altri inquinanti

organici. Prevenire l’eccessiva polverizzazione del flusso causata da urti per eccessiva velocità nei sistemi di aspirazione e ricircolo del flusso prevenire inoltre la segregazione/stratificazione delle diverse granulometrie nei cicloni o in "angoli morti". Si raccomanda di rigenerare il flusso riutilizzato mediante un’aggiunta di nuovo flusso (almeno superiore al 25%).